Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi

La Stazione Spaziale Internazionale (International Space Station, in inglese ISS) è una delle meraviglie moderne dell’umanità.  Costruita nel 1998 con la collaborazione di Europei, Russi e Americani, essa è un raro caso di collaborazione globale, si prefigge lo scopo di sviluppare e sperimentare nuove tecnologie per l’esplorazione spaziale. La sua costruzione ha previsto tantissimi anni di progettazione e altrettanti di assemblaggio, ma dovrebbe essere completata nel 2017, per restare poi in attività fino al 2024; il tutto per la modica cifra di circa 100 miliardi di dollari.

La ISS orbita intorno alla Terra ben 15.5 volte al giorno, ad una velocità di media di circa 27000 km/h. É possibile vederla dalla superficie terrestre per via degli enormi pannelli solari che riflettono la luce solare. Considerate che l’intera struttura misura come un campo da calcio e ospita costantemente dai 2 ai 6 astronauti.

Osservare la ISS dalla Terra ad occhio nudo

Al contrario, la stupenda vista che si gode dalla ISS

Da notare come l’Italia sia uno dei luoghi con il più alto inquinamento luminoso…comunque!

L’immagine sottostante è una ricostruzione della ISS da cui è possibile capire com’è strutturata.

Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi

Visto che la ISS passa frequentemente sopra le nostre teste, in molti tentano di fotografarla anche con dei telescopi. Ma solo in pochissimi ci riescono a causa delle difficoltà delle riprese, e sono ancora meno quelli che ottengono ottimi risultati.

Uno dei migliori in campo mondiale è l’Italiano Alessandro Bianconi, che nel corso degli anni ha raffinato la sua tecnica fino ad arrivare a livelli impensabili. In quest’ultimo passaggio della ISS sopra i cieli della Sardegna, la stessa appariva nel suo picco massimo (63°) con una magnitudine di -3,9. Il setup utilizzato da Alessandro è uno SCT da 14″ (C14HD edge) su una GM2000QCI (che tanti problemi gli ha dato ma che finalmente ora fa il suo dovere). La camera di ripresa utilizzata è invece una ASI290MM che con i suoi pixel da 2,9 micron permette di raggiungere un campionamento di ben 0,15 arcsec/pixel!

Prima di ogni ripresa, Alessandro ci ha raccontato che scarica dal sito celestrack.com del NORAD i parametri orbitali del transito che verranno poi caricati attraverso il pc e cavo LAN nella montatura, così che la stessa possa inseguire alla bene e meglio la ISS durante tutto il suo percorso lungo la volta celeste.

Sempre prima della ripresa bisogna pre-settare in maniera più precisa possibile il fuoco e i parametri di ripresa (gain/fps/gamma) e ciò lo si fa su un soggetto come Giove che ha una magnitudine molto simile.

Una volta impostato il tutto si attende al cercatore che la ISS spunti dalle luci del tramonto con un countdown, che verrà fornito da un’app scaricata sullo smartphone (ISS Detector) con la quale si segue il movimento della ISS e ci si rende conto in che area geografica si trovi. E’ così possibile capire quanto è distante la stazione rispetto al punto da cui si riprende. Di norma Alessandro si “apposta” pronto con l’occhio sul cercatore quando la ISS si trova ormai prossima sopra le Baleari.

Una volta che la ISS spunta e la montatura comincia a inseguire…inizia il bello della diretta…con il cercatore si cerca di centrarla in modo da farla comparire nel monitor, quindi nel campo della camera, e una volta che ci si è riusciti (impresa comunque non facile perché ogni tocco del telecomando a seconda della direzione potrebbe far schizzare la ISS dal centro del crocicchio del cercatore) si eseguono contemporaneamente molte operazioni come:

  • Miglioramento continuo del fuoco con la pulsantiera del motorfocus;
  • Continua correzione con il telecomando per tenere nel monitor la ISS;
  • Correzione dei settaggi della camera in particolare gain/gamma/fps che devono costantemente esser variati man mano che la ISS si allontana dall’orizzonte e quindi si alza diventando sempre più luminosa e grande a monitor.

Insomma, dopo tutto questo smanettare sul computer per un paio di secondi, si posso ottenere le impressionanti immagini che seguono.

Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi

 

Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi

Un ringraziamento speciale ad Alessandro Bianconi per averci svelato alcuni dei suoi trucchi 🙂

Condividilo su:Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi  Emout.org Fotografare la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con Alessandro Bianconi

 

899 visualizzazioni totali, 4 solo oggi

  

899 visualizzazioni totali, 4 solo oggi

Commenta

Devi effettuare il login per postare un commento.

I Più Visti di Oggi

MENU


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi