Come Fotografare la Via Lattea

Se vivi in un’area remota con cieli scuri, sei uno dei pochi astrofili fortunati che possono guardare in una notte scura e senza nuvole un candore bianco allungato che attraverso il cielo, la Via Lattea. Tutti rimangono affascinati dalla sua eleganza e fragilità, e molti sono quelli che cercano di fotografarla. L’obiettivo di questo articoli è quindi quello di fornire una guida completa su come approcciare, fotografare e poi elaborare foto della Via Lattea.

Quello di cui avete bisogno

Fotocamera DSLR

Una buona fotocamera è essenziale quando si cerca di catturare la maestosità della Via Lattea. In giro, si trovano molti tipi di fotocamere che saranno in grado di catturare immagini fantastiche del cielo notturno, e quindi non dobbiamo limitarci per forza ad una tradizionale DLSR. Ci sono alcune ottime opzioni, come le mirrorless che hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo e dispongono di una vasta gamma di lenti intercambiabili. L’importante è che la macchina fotografica abbia la possibilità di salvare in RAW e ha modalità di scatto manuale. Un altro fattore importante quando si considera una fotocamera è la sensibilità a scatti con scarsa illuminazione. Per fotografare la Via Lattea bisogna ottenere immagini ricche di luce in una finestra temporale limitata, cioè prima che la rotazione della Terra inizi a sfocare l’immagine. Quindi settare la fotocamera a 1600 o 3200 ISO è una scelta saggia, ma occhio a non esagerare perchè all’aumentare degli ISO, aumenta anche il rumore.

Obiettivi

Quando scegliete un obiettivo, consiglio quello più ampia e che permette di catturare gran parte del cielo. La ragione principale è che la Via Lattea è enorme! Si estende in tutto il cielo e fotografarla in un mosaico è un impresa assai più difficile. Quindi è consigliabile utilizzare un obiettivo dai 14mm ai 24mm, meglio se fisso, poichè più luminoso. Per iniziare anche gli obiettivi 18-55 mm f / 3.5-5.6 che vengono forniti con la maggior parte dei DSLR funzioneranno discretamente per la Via Lattea, ed in caso vorrete fare un upgrade, c’è sempre tempo per acquistare nuovi obiettivi.

Un Buon Treppiede

Durante le lunghe esposizioni del cielo notturno – 15-40 secondi – avrete bisogno di una treppiede molto robusto per posizionare la fotocamera. Esistono treppiedi economici che potete acquistare anche per 30€, ma essi non vi garantiranno buoni risultati in serate ventilate. Infatti anche il minimo movimento causato dalle raffiche di vento può incidere ampiamente durante una ripresa da 30s. Quindi acquistate un buon treppiede, poichè esso sarà un investimento che vi ripagherà in futuro. In caso il vostro budget non ve lo permetta e dovete ripiegare necessariamente su un treppiedi economico, potete sempre utilizzare dei pesi per attenuare le vibrazioni. Non dimenticate che quando si riprende la Via Lattea, in molti casi si rivolge la fotocamera verso l’alto. Quindi avrete bisogno di un treppiede che abbia una testa versatile che possa puntare l’orizzonte o direttamente allo Zenit.

Otturatore a distanza

L’utilizzo di un telecomando per controllare a distanza l’otturatore della fotocamera è essenziale per la ripresa della Via Lattea. Infatti regolare il timer sulla fotocamera e poi allontanarsi creerà comunque delle micro-vibrazioni che condizioneranno la nitidezza dell’immagine finale. In più un telecomando a distanza vi darà più libertà nella scelta delle pose e non dovrete più essere condizionati dai pre-settaggi della vostra fotocamera. Il prezzo di un otturatore a distanza è ridicolo e se ne trovano usati anche per pochi euro, ed alcune fotocamere dispongono di app gratuite che permetteno di fare questo con il vostro smartphone.

Prima di Scattare

Dove

Per scattare ottime foto della Via Lattea, bisogna andare via dalla cupola arancione delle luci della città, dove comunque sarete in grado di catturare delle immagini discrete, ma per ottenere immagini davvero sorprendenti bisogna trovare un luogo veramente buio. Fortunatamente ci sono ottimi strumenti che ci aiutano a prendere questa decisione ed tra i miei preferiti ci sono la mappa dell’ inquinamento luminoso o l’app Android e iOS chiamata ‘Dark Sky Finder‘. Come potete vedere dalle mappe, ormai in Italia vedere o fotografare la Via Lattea e un impresa ardua, ma che comunque vale sempre la pena tentare. Fotografare nella zona arancione significa riuscire a catturare la Via Lattea ma essa sarà molto debole e gli orizzonti saranno brillanti. Mentre fotografare nelle aree gialle significa poter catturare un’ immagine molto migliore ed quello che si raccomanda come minimo. Fotografare in luoghi verdi, blu o neri significa invece fare molta strada, ma lo spettacolo che vi si presenterà varrà sicuramente la pena.

Oltre a trovare i cieli scuri, in genere si cerca di trovare anche aree naturali, come foreste o montagne, che forniscano un ottimo sfondo per la vostra immagine. Per facilitare la ricerca di questi luoghi possiamo sempre affidarci alla vista stradale di Google Maps che ci aiuterà nella scelta.

Quando

Il periodo dell’anno e in quale parte del mondo vivi influiranno fortemente sulle parti della Via Lattea che riusciremo a fotografare. Per vedere quale “faccia” della Via Lattea ci si presenterà si può usare un applicazione di realtà aumentata chiamata Sky View che vi aiuterà a pianificare la scampagnata. Quest’app permette di cercare la Via Lattea, e cosa più importante, di cambiare l’ora e la data in modo da poter vedere in quale posizione sarà la Via Lattea in quel dato momento. Pianificare gli scatti è importante perché la notte ha breve durata, specialmente in estate, ed alcune volte è difficile capire se quello che si è già fotografato è abbasta; quindi è sempre meglio sfruttare tutto l’arco della nottata per riprendere più immagini possibili e fare anche sperimentazioni.

Emout.org Come Fotografare la Via Lattea

L’ultima cosa da considerare quando si scatta la Via Lattea è la fase Lunare e la posizione della Luna. Idealmente si vorrebbe riprendere senza Luna o quando essa non è a più del 15%. In questi casi l’app Sky View ci permetterà di pianificare correttamente tutta la nostra sessione fotografica evitando che esse sia rovinata.

Il Meteo

Fortunatamente fotografare la Via Lattea non richiede condizioni meteo particolari. Infatti basterà una semplice serata senza nuvole e Luna, e parte del gioco è fatto. A differenza di nebulose e pianeti, La Via Lattea e facilmente fotografabile senza telescopio e ciò vuol dire focali più corte; il che si traduce in meno sensibilità al seeing. Un buon sito per il meteo è tutto ciò che vi servirà per pianificare la vostra serata.

Otturatore

Probabilmente questa è una delle parti più complicate da settare, ma si può padroneggiare con un pò di esperienza. Dato che la Terra ruota, gli oggetti nel nostro cielo notturno sembrano muoversi nel tempo. Quindi, quando si scattano foto di oggetti extraterrestri, bisogna prestare attenzione a questa rotazione in modo che le immagini non mostrino lo spostamento. Purtroppo questo non gioca a nostro favore, in quanto vogliamo tenere aperto l’otturatore per il più a lungo possibile.

Ci sono diverse regole e filosofie per calcorare il tempo di apertura ideale, ma va considerato che esso varia a seconda dalla fotocamera e dall’obiettivo. Per una scelta ottimale possiamo effettuare dei test sul campo, oppure si può optare per un app, Dark Skies, che calcola la posa ottimale per noi. L’applicazione è semplicissima, basta inserire il tipo di fotocamera e la lunghezza focale e vi dirà il tempo di esposizione ottimale in pochi secondi.

Apertura e ISO

Le altre impostazioni della nostra fotocamera a cui prestare attenzione sono Apertura e ISO. Per l’apertura bisogna impostare l’obiettivo aperto al massimo, quindi alla focale minore. Per gli ISO, in genere si sceglie il numero più alto che darà un’immagine di qualità. In genere gli ISO sono settati a 3200 o 6400 massimo, oltre il rumore inizia a farsi sentire troppo sull’immagine. Le ultime DSRL hanno nuovi software e sensore che sono assolutamente non comparabili con quelli di un paio di anni fa, quindi consiglio di fare dei test e trovare il giusto equilibrio.

Messa a fuoco

Quando si fotografa di notte, può essere una sfida mettere a fuoco la fotocamera. E’ meglio dimenticare l’auto focusing in queste circostanze e cambiare invece a fuoco manuale. Una volta in manuale, inquadrate una delle stelle più luminose e da qui se la fotocamera dispone di una modalità di Live View, è possibile affinare ul fuoco. In alternativa potete effettuate delle micro pose da 3sec. che vi guidino in qualche direzione ruotare l’obiettivo. Quando credete di aver trovato il fuoco ottimale, prendetevi 30sec per fare una prova e ingrandite l’immagine il più possibile.

Composizione

Quando si fanno fotografie alla Via Lattea c’è solo una regola, cercare di raccogliere più luce possibile. Una volta a casa poi è tempo di elaborare tutte le immagini RAW catturate. A tal proposito, vi consiglio di guardare questa guida poichè spiega dettagliatamente come procere:

Elaborazione

Qui invece una guida su come elaborare l’immagine ottenuta dopo la composizione di tutti gli scatti utili:

E ora vediamo alcuni esempi

Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea
14mm, f/2.8, 42s, ISO3200
Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea
14mm, f/2.8, 41s, ISO3200
Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea
14mm, f/2.8, 30s, ISO3200
Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea
14mm, f/2.8, 30s, ISO3200. In questa immagine potete ammirare una composizione durante la “pioggia” delle Perseidi.
Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea
14mm, f/2.8, 31s, ISO3200 
Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea
14mm, f/2.8, 30s, ISO3200 

Spero che l’articolo vi sia piaciuto e vi abbia ispirato a passare qualche serata all’aperto sperimentando con la vostra fotocamera!

Condividilo su:Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea  Emout.org Come Fotografare la Via Lattea

 

604 visualizzazioni totali, 1 solo oggi

  

604 visualizzazioni totali, 1 solo oggi

Commenta

Devi effettuare il login per postare un commento.

I Più Visti di Oggi

MENU


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi